SVILUPPO DELL'INTELLIGENZA EMOTIVA PER I LEADERS

Ci sono due vantaggi principali nello sviluppare la tua intelligenza emotiva in un ruolo di leadership; una gestione più efficace delle sfide e una migliore gestione dello stress.


1. Gestione delle sfide più efficace


I leader efficaci usano l'intelligenza emotiva per gestire le sfide affrontate sul posto di lavoro. Durante i bei momenti in cui il lavoro scorre e i risultati sono buoni, il livello dell'intelligenza emotiva di un leader non viene seriamente testato. Quando le cose si fanno difficili, l'intelligenza emotiva di un leader, o la sua mancanza, diventerà molto ovvia e avrà un impatto oltre il leader per la sua gente.

Tante cose possono creare sfide in un ruolo di leadership: un mercato difficile, un rapporto di lavoro impegnativo con cui fare i conti o una situazione personale difficile. Il modo in cui il leader risponde a questa sfida è fondamentale. Alcuni leader avranno la capacità di rimanere calmi e lucidi, nonostante la sfida. Questo è il tipo di leader con cui la maggior parte delle persone preferisce lavorare. Altri soccomberanno allo stress e potrebbero diventare ansiosi, arrabbiati o frustrati. Se queste emozioni non sono ben gestite, avranno un impatto sul comportamento del leader, che a sua volta avrà un impatto negativo su coloro che lo circondano.


2. Migliore gestione dello stress


Poiché l'umore di una persona in un ruolo di leadership ha un impatto sui suoi seguaci, è particolarmente importante che i leader sviluppino le capacità di intelligenza emotiva necessarie per gestire le emozioni negative. La buona notizia è che queste abilità possono essere apprese. Tuttavia, come per l'apprendimento di molte nuove abilità, sono necessari uno sforzo e un impegno consapevoli.

Una delle differenze critiche tra i leader che gestiscono bene le situazioni stressanti e quelli che non lo fanno è la capacità di autoriflessione. Il leader emotivamente intelligente riconoscerà che sta provando le emozioni negative e, invece di permettere a queste emozioni di prendere il controllo, sarà in grado di riflettere obiettivamente sulla situazione. Un leader dotato di intelligenza emotiva impiegherà del tempo per riflettere su ciò che sta accadendo, su come sta reagendo alla situazione e perché. Questo leader avrà la capacità di allontanarsi dall'emozione per guardare i fatti.


I 10 possibili segni di una maggiore intelligenza emotiva (EQ) per i leader ti avvantaggeranno


1. Ti ritrovi spesso a sentirti negativo in diverse interazioni o riunioni di lavoro.

2. Vorresti sentirti più motivato e/o più sicuro di te stesso.

3. Senti (o ti è stato detto) che il personale a volte è diffidente nell'avvicinarti, incerto della reazione che otterrà.

4. In situazioni difficili puoi lottare per mantenere la calma.

5. Non disponi di strumenti efficaci per gestire rapidamente il tuo stato emotivo come vorresti, per aiutarti a raggiungere i tuoi risultati professionali e commerciali.

6. Ci sono una serie di situazioni in cui la tua influenza sulla leadership non ha l'impatto che vorresti.

7. L'onestà, la lealtà e il rispetto che hai nei tuoi rapporti di lavoro non sono l'ideale e sai che questo si riflette nei risultati finanziari.

8. Hai avuto feedback che a volte il tuo impatto sul personale non è quello che volevi e sei consapevole che queste relazioni possono essere migliori.

9. Sei preoccupato che il tuo rapporto con i membri del consiglio di amministrazione, il personale senior o altre parti interessate non sia l'ideale.

10. Ti senti stressato, ansioso o depresso per il tuo lavoro su base semi regolare. Questo ha un impatto sulla tua vita lavorativa, sulla tua vita domestica e/o sulla tua salute.


Intelligenza emotiva a livello di squadra


Naturalmente, un gruppo di individui che hanno tutti alti livelli di competenza in intelligenza emotiva è probabile che sia una squadra più efficace di una composta da individui con bassa competenza in intelligenza emotiva. Tuttavia, questo non si traduce necessariamente in un gruppo che funziona con un'elevata intelligenza emotiva.

Il modello di intelligenza emotiva di Goleman delinea le caratteristiche principali di un individuo con elevata intelligenza emotiva, tuttavia in un articolo su "Harvard Business Review" (Building the Emotional Intelligence of Groups, marzo 2001) Vanessa Druskat e Steven Wolff sottolineano che una squadra deve ancora occuparsi di un altro livello di consapevolezza e regolamentazione.

Una squadra deve essere consapevole delle emozioni dei suoi membri, delle proprie emozioni o stati d'animo di gruppo e delle emozioni di altri gruppi e individui al di fuori dei suoi confini.


3 condizioni essenziali per l'efficacia di un team


1. Fiducia e rispetto tra i membri

2. Un senso di identità di gruppo e scopo

3. un senso di efficacia di gruppo


Quando queste condizioni sono assenti, è ancora possibile passare attraverso i movimenti di cooperazione e partecipazione. Ma la squadra non sarà efficace come potrebbe essere perché i membri sceglieranno di trattenersi piuttosto che impegnarsi completamente.

Per essere più efficace, il team deve creare norme di intelligenza emotiva (gli atteggiamenti e i comportamenti che alla fine diventano abitudini) che supportino i comportamenti per costruire la fiducia, l'identità di gruppo e l'efficacia del gruppo. Il vantaggio è il completo coinvolgimento e la titolarità di compiti e obiettivi.

L'intelligenza emotiva può essere sicuramente appresa, la competenza può essere insegnata in una o tutte e cinque le aree chiave e sviluppata e affinata dai leader in qualsiasi fase della loro carriera.

La formazione e la guida nella crescita dell'intelligenza emotiva possono essere ricercate da esperti di coaching e tutoraggio aziendali affidabili o da professionisti della formazione alla leadership.


Processo in 10 passaggi per sviluppare l'intelligenza emotiva

1. Riconosci che potrebbe esserci un'opportunità per migliorare ulteriormente la tua leadership o l'efficacia di alcune relazioni di lavoro critiche.

2. Preparati ad essere aperto a feedback onesti ed equilibrati da una selezione del tuo staff, colleghi e senior.

3. Prendi in considerazione un processo di feedback a 360 gradi per identificare i punti di forza chiave della tua leadership e le aree di sviluppo.

4. Impegnati con un coach o un mentore per sviluppare una migliore consapevolezza emotiva e nuove tecniche per l'autogestione e la gestione delle relazioni.

5. Ricerca altro materiale. Potrebbe esserci valore in alcune letture o materiale video di supporto.

6. Crea un piano di sviluppo della leadership per coprire specificamente su quali aree EQ ti concentrerai per un ulteriore sviluppo e come lo farai.

7. Esercitati e agisci nell'area EQ in situazioni di lavoro reali delineate nel tuo piano. Il coaching supporterà questa pratica.

8. Invita un feedback informale o formale per confermare i tuoi progressi.

9. Vacci piano con nuovi approcci e abilità: questi nuovi approcci potrebbero richiedere del tempo per diventare familiari.

10. Festeggia i tuoi successi

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti